Elisa Balsamo: l'emozione del primo tour de France

L’EMOZIONE DEL PRIMO TOUR DE FRANCE!

Elisa Balsamo risponde alle nostre domande circa il suo Primo Tour de France, iniziato a luglio e durato otto giorni. Il Tour de France, iniziato solo quattordici giorni dopo il Giro d’Italia, ha messo a dura prova Elisa che non ha mai smesso di dare il 110% ad ogni tappa. Un mese duro e intenso anche per via del Giro d’Italia che si è svolto nello stesso mese. Tanta fatica ma grandi soddisfazioni e nuove sfide per la Campionessa del mondo che non smette di dare il massimo ad ogni gara.


  • Elisa, che sensazioni hai provato durante il tuo primo Tour de France?

Quello che si è appena concluso non è stato esattamente il primo Tour de France femminile. In passato, infatti, si erano svolte alcune edizioni ma senza grande continuità. Non è proprio corretto dunque dire che il Tour de France femmes 2022 sia stato il primo della storia ma siamo sicure che d’ora in poi sarà un appuntamento fisso nel nostro calendario, esattamente come quello maschile!

Poter partecipare a questa gara così importante è stata un’emozione indescrivibile, inoltre proprio perché sono la campionessa del mondo in carica, ho avuto l’onore di ricevere il dorsale numero 1.

È in momenti come questo che tutti i sacrifici fatti nei mesi precedenti vengono ripagati. Sicuramente la vita di noi atleti non è semplice ma quando vinciamo o otteniamo questi riconoscimenti proviamo una grandissima felicità!

Elisa Balsamo
  • Raccontaci del Tour de France. Da quante tappe è composto?

Il Tour de France era composto da otto tappe: la prima si è svolta interamente nel centro di Parigi. Immaginatevi che spettacolo la partenza sotto la Tour Eiffel e l’arrivo sugli Champs Elysees! Alcune tappe intermedie si sono svolte nella regione Champagne, abbiamo attraversato strade meravigliose in mezzo ai vigneti e c’erano alcuni muri molto pendenti. In una tappa abbiamo anche affrontato alcuni settori di sterrato: è stata la frazione più epica di tutto il Tour, corsa in mezzo alla polvere e con tante forature e cadute. Le ultime due tappe, invece, sono state le più impegnative dal punto di vista altimetrico. Abbiamo affrontato tante salite e l’arrivo dell’ultimo giorno era situato in cima alla Super Planche des Belle Filles: una salita con alcuni tratti oltre il 20% di pendenza!

Tutti i giorni c’era moltissimo pubblico alla partenza, sulle strade lungo il percorso e all’arrivo. Credo che i tifosi siano stati l’aspetto più bello di questo Tour de France: erano così tanti che in salita i loro incitamenti non facevano quasi sentire la fatica. 

Elisa Balsamo e il suo primo Tour de France
  • Nel complesso ti ritieni soddisfatta di com’è andato il Tour?

Devo dire che mi ritengo soddisfatta della mia prestazione. Ero un pochino affaticata perché la stagione è stata molto intensa finora, ma ogni giorno ho corso con grande determinazione, ho aiutato la squadra nelle tappe più impegnative e ho portato a casa un buon secondo posto e un quarto posto in due tappe con arrivo in volata.

Credo anche di aver imparato molto da questa nuova esperienza e ne farò tesoro per il futuro!

  • Hai mai pensato di non farcela durante il Tour?

Nelle corse a tappe c’è sempre qualche giornata difficile, è quasi impossibile sentirsi bene in tutte. Per questo credo che l’aspetto mentale sia fondamentale non scoraggiarsi e ricordare che tutte le ragazze stanno facendo fatica e hanno mal di gambe. È fondamentale non rimanere mai da sola, soprattutto nelle tappe dove bisogna cercare di staccarsi quando si crea il famoso “gruppetto” perché in venti o trenta atlete è più facile andare a velocità più alte, evitando così di arrivare fuori tempo massimo.

  • In questa gara, cosa pensi sia mancato per vincere?

Credo di essere arrivata un pochino stanca al Tour de France e forse per questo non sono riuscita ad ottenere una vittoria, nonostante mi fossi impegnata molto e la mia squadra mi abbia supportato benissimo. Non sempre vincere è semplice ma questo è lo sport!

Non cambierei nessuna vittoria di quest’anno con una tappa al Tour perché la mie vittorie sono state tutte speciali e importanti, ognuna ha una storia dietro e per me saranno tutte indimenticabili.

Adesso mi aspetta qualche giorno di riposo e poi riprenderò la preparazione per il finale di stagione.

Salutiamo Elisa e vi aspettiamo al prossimo articolo per scoprire insieme le emozioni e i successi di questa splendida atleta.


Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.