Elisa Balsamo: l’importanza del lavoro di squadra

Domenica scorsa di nuovo in viaggio verso il Belgio!

Ho partecipato alla Classica Spar Flanders Diamond Tour gara che fa parte del circuito Lotto Cup composto da 5 gare singole.

La gara consisteva in un circuito di 12 km da ripetersi per 11 volte, circuito interamente pianeggiante ma con un tratto in pavé abbastanza sconnesso e tortuoso. Fortunatamente il tempo era bello e poco ventoso.

Domenica il team Valcar Travel&Service era a disposizione della mia compagna Chiara Consonni che vincendo la prima delle gare della Lotto Cup aveva la maglia bianca di leader.

Molto importante era stare davanti per non incappare nelle inevitabili cadute dovute all’alta velocità e alle strade strette. Praticamente ogni giro era una volata per imboccare in testa al gruppo il tratto di pavé dove il gruppo si allungava tantissimo, con il rischio di spezzarsi in più tronconi e rimanere indietro poteva voler dire essere tagliati fuori dalla volata finale.

Diverse ragazze hanno tentato la fuga sia solitaria, sia in gruppetti ristretti ma noi e le altre squadre, interessate ad un arrivo in volata, abbiamo sempre lavorato in testa al gruppo per non lasciare loro troppo spazio.

In una gara di questo genere, stare sulla ruota di compagne che ti aiutano a rimanere in testa al gruppo e ti pilotano in mezzo alla confusione è fondamentale, sia per la minor fatica fisica che ti tocca fare sia per la tranquillità mentale di avere davanti qualcuno di cui ti fidi ciecamente e che cerca di trovare per te i migliori spazi e le traiettorie migliori.

Elisa Balsamo e la campionessa mondiale Annemiek van Vleuten

Ogni ragazza della squadra ha un compito particolare: a chi tocca lavorare per stare davanti nella prima parte di gara, chi invece entra in azione negli ultimi 30/40 km per proseguire con il lavoro, infine io e altre due ragazze abbiamo dovuto organizzare gli ultimi 10km e il treno finale per pilotare la velocista verso lo sprint finale.

Domenica abbiamo anche messo una ragazza sulla ruota di Chiara per evitare che qualche atleta veloce potesse fare una volata di rimonta sfruttando la sua scia.

Ebbene, vincere non è mai facile ma con tutto questo lavoro e questa organizzazione abbiamo ottenuto uno splendido secondo posto e l’obiettivo di mantenere per Chiara la maglia bianca di leader!

Adesso qualche giorno in pista e poi domenica trasferta in Puglia per il Campionato Nazionale su Strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *